Truffa a Staglieno: raccoglievano soldi per bambini e disabili

Mag 24, 13 Truffa a Staglieno: raccoglievano soldi per bambini e disabili

Una truffa in piena regola quella perpetuata da una coppia di Alessandria. I due complici, si posizionavano davanti al cimitero di Staglieno a Genova e spacciandosi per volontari di una Onlus, avvicinavano i passanti e raccoglievano fondi per bambini, disabili ed anziani.

Peccato però, che non erano membri o volontari di una vera associazione, bensì veri e propri truffatori: nonostante i due indossassero divise e tute, l’associazione infatti, non era riconosciuta!

Una truffa in piena regola, smascherata grazie ai sospetti di alcuni passanti, che dopo aver dato il loro contributo alla finta causa benefica, hanno ricevuto risposte vaghe e peraltro discordanti, circa la destinazione dei soldi raccolti e sui progetti dell’associazione … sicchè insospettitisi, hanno richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine.

foto-cimitero-staglienoI carabinieri così, intervenuti prontamente sul posto, hanno sequestrato tutta la finta documentazione della sedicente onlus, le divise indossate dai fini volontari ed i contenitori impiegata per la raccolta delle offerte, dopo di che i due truffatori, sono stati portati in caserma per accertamenti.

Qui, uno dei due volontari durante l’interrogatorio, ha dichiarato che i proventi sarebbero andati all’ospedale pediatrio Gaslini di Genova, ma ai militari, è bastata una semplice telefonata presso la struttura ospedaliera per avere la conferma che si trattava solo di una truffa e che il presidio ospedaliero non aveva dato alcun mandato di raccogliere del denaro a nessuno!

foto-carabinieriLa coppia, composta da una donna di 25 anni ed un uomo di 35, entrambi alessandrini, sono quindi stati trattenuti ed indagati dai carabinieri, con il reato di truffa aggravata.

Una triste storia, che a dispetto del suo apparente scopo benefico, a sostegno di bambini, disabili ed anziani, non celava altro invece che, un’ignobile truffa.

.

di Elisabetta Coni

 

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.