Vacanze al mare: i pericoli della sabbia per i bambini

Set 01, 14 Vacanze al mare: i pericoli della sabbia per i bambini

Per molti le vacanze sono purtroppo finite ma sono ancora tanti coloro che volenti o nolenti, hanno optato per godersi le meritate vacanze coi propri bambini a settembre, tra relax e divertimento al mare; ma attenzione, perchè mamma e papà non dovranno mai abbassare la guardia, perchè sono sempre in agguato i cosiddetti pericoli del mare, ad iniziare dalle insidie che la sabbia nasconde!
Ebbene si, perchè anche la spiaggia nasconde delle piccole insidie, delle quali spesso non ci si rende conto – a parte il fatto che si infila praticamente ovunque! – che possono minacciare i bambini di qualsiasi età, anche quelli molto piccoli.
foto-vacanze-mare...Ecco quindi qualche piccolo consiglio per tutti i genitori prossimi a vivere una vacanza al mare coi propri bimbi, onde prevenire e fronteggiarle al meglio le insidie nascoste nella sabbia:

  • animaletti: una delle prime insidie della sabbia, sono gli animaletti nei quali ci si può imbattere sul bagnasciuga, come ad esempio i granchi o insetti quali, i calabroni e le api, che puntualmente si presentano all’ora di pranzo o dello spuntino, che spaventano molto i piccini – ed i grandi –;
  • oggetti pericolosi: nella sabbia possono celarsi, oggetti pericolosi, come ad esempio oggetti appuntiti, pezzi di vetro, sassi particolarmente pericolosi, frammenti di conchiglie, tappi di birra o ancora spine, come quelle dei ricci di mare, che possono provocare tagli sul corpo dei bimbi, in particolare nella zona dei piedini, maggiormente a contatto con la sabbia; motivo per cui è altamente consigliabile far usare ai piccoli le classiche ciabattine di gomma da spiaggia, che avvolgono e proteggono il piedino;
  • spazzatura: oltre agli oggetti pericolosi che si possono trovare nella sabbia, questa può celare piccoli oggetti di spazzatura, in primis mozziconi ma anche bastoncini o carta del gelato, tappi di bottiglia, o altro, che un bimbo piccolo, alla scoperta del mondo che lo circonda, potrebbe mettere in bocca foto-bimbi-mare.ed ingerire; per cui attenzione a non perdere mai di vista i bimbi anche sulla morbida ed apparentemente innocua sabbia;
  • pelle: non bisogna infine dimenticare che anche la stessa sabbia può costituire motivo di preoccupazione, in quanto questa secca – e non poco – la pelle, in particolare dei piedini, rendendoli più soggetti ad aggressioni da parte di batteri e simili; motivo per cui è importante mantenerli idratati, bagnandoli più volte al giorno;
  • igiene: un’abitudine di molte mamme e molti papà, è quella di non far indossare al proprio bimbo il costume in spiaggia; ebbene, a riguardo da ricordato che la sabbia rappresenta potenzialmente la causa di molte irritazioni; motivo per cui sarebbe opportuno non solo far sempre indossare al proprio bimbo il costume in spiaggia; ma ricordare di portarne sempre uno di riserva per sostituire al bisogno quello bagnato.

.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *