Vaccinazioni: crollo del 25%, in primis per la trivalente contro morbillo e rosolia

Lug 17, 14 Vaccinazioni: crollo del 25%, in primis per la trivalente contro morbillo e rosolia

Vaccinazioni: crollo del 25%, in primis per la trivalente contro morbillo e rosolia. Vero e proprio allarme che viene lanciato dal presidente Società Italiana d’Igiene, Michele Conversano, che riferendosi alle varie campagne anti vaccinali, ha dichiarato:

Assistiamo ad un calo pauroso della copertura vaccinale, con picchi che arrivano anche al 25% per morbillo e rosolia.” quindi ha sottolineato “Sono danni reali che preoccupano e non poco, perché quello che ci protegge dalle patologie è avere un alto tasso di copertura.”.

Un allarme quindi scattato per il netto calo delle vaccinazioni; un delicato tema, specie considerando la teoria che associa la vaccinazione trivalente al rischio di sviluppare l’autismo. Una teoria che è giusto chiarire, essere da molti sostenutae da molti altri, letteralmente smontata!
foto-vaccinazioni.E proprio le campagne informative a sostegno della teoria che le vaccinazione sono dannose, stanno portando ad una vera e propria inversione di tendenza: i genitori col senno di proteggere i propri bambini, evitano di vaccinare i propri figli!
Un dato di fatto ed una tendenza, che nel pieno rispetto delle idee di ogni genitore – che indubbiamente cerca di fare la scelta migliore per il bene del proprio figlio – vede oggi le famiglie poter scegliere se vaccinare o meno i propri bambini, perchè altre mamme ed altri papà, in passato hanno vaccinato i propri figli, debellando così malattie, che un tempo erano mortali.
Un delicato tema quello delle vaccinazioni, sul quale è intervenuta anche la ministra Beatrice Lorenzin, sottolineando come oggi come oggi sia importante fare informazioni riguardo alle vaccinazioni, debellando quelle che sono le moltissime informazioni in rete, che possono creare confusioni e falsi allarmismi nei genitori:

foto-vaccinazioni..“Di salute pubblica e di igiene oggi si parla troppo poco; come se ci fosse stata una sorta di ‘analfabetizzazione’ su questi delicati temi.” ha detto “Ma l’assenza di alcune malattie è come la libertà, ti accorgi di quanto sia importante solo quando l’hai persa.” quindi ha proseguito “Sui media leggiamo solo degli avvenimenti eccezionali, quasi mai della normalità, dell’abc della salute pubblica, come dell’importanza delle vaccinazioni, che pare essere diventato un concetto del passato.” quindi ha fatto sapere “Come ministro ho la consapevolezza del fatto che non si può abbassare la guardia e ho posto il tema delle vaccinazioni anche fra quelli del semestre europeo a guida italiana.” ed ha comunicato “E’ importante anche avere siti internet con informazioni certificate come quello di cui si parla oggi, che vanno messi in rete, unendo tutte le esperienze: la libertà di scelta che oggi abbiamo dipende proprio dalle scelte che sono state fatte in passato.” ed ha chiarito un aspetto delle vaccinazioni assolutamente attuale che è importante ogni genitore consideri al momento della scelta sulla vaccinazione del proprio bambino “Molte volte non si conoscono i rischi di alcune malattie, come morbillo e varicella, così come non si tiene in considerazione che a causa di un’ondata di immigrazioni non gestibile a livello sanitaria, molte infezioni stanno oggi tornando.”.

.

La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *