Vecchia stazione FS, diventa casa di accoglienza per famiglie con bimbi affetti da tumore

Set 19, 14 Vecchia stazione FS, diventa casa di accoglienza per famiglie con bimbi affetti da tumore

Splendido programma quello lanciato da FS, che con il piano delle Ferrovie dello Stato per la riqualificazione delle vecchie stazioni e delle linee ferroviarie dismesse, concede in concessione d’uso gratuito a chi ne farà richiesta le stazioni ormai abbandonate, purchè ci si occupi della loro manutenzione e le si utilizzi per organizzare progetti e attività socio-culturali.
Ben 1.700 stazioni FS impresenziate, che oggi FS ha deciso di cedere con contratti di comodato d’uso gratuito ad associazioni ed ai Comuni, che le useranno quale base per avviare progetti interessanti per il territorio; motivo per cui tutti coloro che sono alla ricerca di una sede per organizzare corsi e incontri che mirino a coinvolgere e sensibilizzare i cittadini sui temi culturali e sociali, non hanno che da sbirciare la documentazione FS sulle stazioni impresenziate in Italia e verificare le stazioni ancora disponibili.
foto-cuore-di-mammaAd oggi infatti circa 480 stazioni sono già state assegnate, tra le quali, uno dei progetti più belli è indubbiamente quello della stazione di Ronciglione in provincia di Viterbo, nel Lazio, che grazie all’impegno ed alla buona volontà dell’associazione “Cuore di Mamma”, è stata trasformata in casa di accoglienza e vacanza per le famiglie con bambini oncologici, ossia con bimbi affetti da tumore.
Una location ove l’associazione “Cuore di Mamma Onlus” ospita i bambini e le loro famiglie provenienti dai vari presidi ospedalieri sia durante i duri cicli di terapia che nelle successive fasi della terapia, offrendo soggiorni di una settimana a titolo gratuito, permettendo ai bambini di avere a disposizione giochi, ma anche di svolgere attività didattiche in base alla loro fascia di età e fare passeggiate a contatto con la natura che li circonda.
foto-cuore-di-mamma-ronciglioneUna meravigliosa realtà quindi quella creata da “Cuore di Mamma”, da quella che era una stazione ormai dismessa ed in disuso, trasformandola in un nuovo luogo di incontro, in un più ampio piano di riorganizzazione e riqualificazione del patrimonio immobiliare FS inutilizzato.
Nel fare quindi i migliori complimenti all’associazione Cuore di Mamma Onlus”, non resta che esortare le associazioni di cittadini e le amministrazioni comunali alla ricerca di una location da trasformare in luogo di incontro per i cittadini, ad impegnarsi in prima persona per la rinascita e la riqualificazione di una stazione abbandonata!
.
La Redazione


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.