Vertigini e debolezza in gravidanza: sintomi e rimedi

Gen 21, 15 Vertigini e debolezza in gravidanza: sintomi e rimedi

A cura di: Ufficio Stampa Ok Corso Preparto

Un corso preparto: l’attività perfetta per lavorare insieme all’ostetrica o ad altri operatori specializzati per risolvere tutti quei piccoli disturbi che naturalmente tendono a comparire durante la gravidanza. Dolori muscolari legati alla crescita della pancia, sensazione di stanchezza, vertigini e debolezza: sono questi i principali disturbi fisici che accomunano molte future mamme.
Ognuna può avvertirli in modo diverso: possono così comparire improvvisi giramenti di testa, attacchi di vertigini, sensazione diffusa di nausea e debolezza fino ad arrivare a svenimenti veri e propri. Del resto, durante la gravidanza il corpo della donna è sottoposto a molti cambiamenti, molti dei quali concentrati nei primi mesi della stessa gravidanza. La principale causa è l’abbassamento della pressione, il più delle volte legato alla diminuzione della quantità di sangue che giunge al cervello. Sono gli ormoni ad influenzare questa minore affluenza di sangue, insieme alla crescita di peso del feto e al fatto che una parte del sangue debba affluire verso il bambino.
foto-sesto-mese-gravidanzaQuesti disturbi possono presentarsi anche durante gli ultimi mesi, in quanto il maggiore peso del bambino spinge l’utero a premere sulla vena cava che si trova nell’addome e a ridurre nuovamente la circolazione del sangue. Affaticamento e palpitazioni si possono però combattere, seguendo alcune piccole accortezze: all’occorrenza la gestante deve sdraiarsi e sollevare le gambe ponendole più in alto rispetto al corpo; può inoltre sdraiarsi sul fianco sinistro per fare in modo che la pressione dell’utero sulla vena cava diminuisca ed ovviamente slacciare qualsiasi indumento troppo stretto.
In generale però occorre seguire piccoli accorgimenti per favorire il mantenimento dei giusti livelli di pressione e limitare la sensazione di stanchezza: assumere gli integratori prescritti dal proprio ginecologo, bere molta acqua, scegliere un’alimentazione varia e ricca di frutta e di verdura, preferendo sempre spuntini leggeri e frequenti.
C’è poi il capitolo dell’attività fisica, utile a migliorare tutti questi fastidi: sono proprio i corsi preparto a proporre attività fisiche pensate appositamente per le gestanti, come il pilates, l’acquagym, lo yoga o la danza del ventre. Un mix di esercizi meno intensi rispetto a quelli abituali pensati per non sovraccaricare il fisico della futura mamma, composti da movimenti lenti e indirizzati ad aiutare le mamme a prendere coscienza del proprio corpo e a tonificare quelle aree sottoposte a stress durante la gravidanza.
In ogni caso è sempre importante consultare il proprio ginecologo per accertarsi che si tratti di disturbi passeggeri e per farsi eventualmente prescrivere integratori adatti a trattare il proprio disturbo.
Per scoprire tutti i benefici di un’attività fisica in gravidanza, scopri il corso preparto perfetto per le tue esigenze su Ok Corso Preparto.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *