Viola e Nigella, due gemelle speciali: una Down, l’altra no

Mar 10, 14 Viola e Nigella, due gemelle speciali: una Down, l’altra no

Viola e Nigella, due gemelle speciali: una Down, l’altra no. Una storia ed un caso davvero particolare quello di Viola e di Nigella, due sorelle gemelle di sei anni, legatissime, che si amano profondamente e che ogni giorno imparano una dall’altra, vivendo pressoché in simbiosi, dato che passano la maggior parte del tempo insieme e, cosa non meno importante, hanno gli stessi interessi: amano le famose principesse Disney, piace loro nuotare, fare ginnastica, ballare e cantare ( il loro idolo è Beyoncé).

Frequentano la stessa scuola, nella stessa classe e hanno molti amici in comune; insomma la storia e la vita di due gemelle come tante, se non fosse per un “dettaglio”, ossia che Viola è una bimba down e Nigella no!

foto-viola-nigella-sorelleLa gravidanza di mamma Agata è stata seguita regolarmente per tutto il periodo con tutti gli esami di routine, così come anche il parto, nel corso del quale è nata prima Nigella e poi Viola; un momento nel quale mamma Agata ricorda che quando ha preso in braccio Viola ha notato che la sua bimba aveva ancora gli occhi chiusi e per un istante ha temuto il peggio ma poi questa li ha aperti e tutto è sembrato andare a “posto”!

Ebbene si, perchè mamma Agata non conosceva questa sottile “differenza” esistente tra le sue due figlie e solo dopo il parto, il personale dell’Ospedale, le ha comunicato con tutto il tatto e la privacy possibile la notizia che dopo tutti gli esami e gli accertamenti del caso la sua piccola Viola era risultata affetta dalla sindrome di Down, ha capito! Una notizia che a dire il vero mamma Agata confessa:

mi hanno dato la notizia e io non capivo, non volevo capire, era come se fosse in una campana di vetro e non riuscissi a sentire e vedere con nitidezza ciò che mi dicevano” e ricorda “Hanno iniziato a farmi vedere la piccola, mostrandomi il palmo della mano e la lunga linea che la contraddistingueva, gli occhi più piccoli della sorella e a forma di mandorla, il suo tono muscolare più basso…Immediatamente tutto mi fu chiaro. Ero frastornata e con molti opuscoli da leggere.”

E proprio di quel momento, che ha cambiato tutto la sua vita, mamma Agata ricorda le parole che le disse il dottore “si goda la sua bambina” e proprio sulla scia di queste parole fa sapere:

“E così ho cercato di fare, ho pensato che ero felice, avevo due bambine, erano tutta la mia gioia e non me la sarei fatta “rubare” così.”.

Viola e Nigella, due gemelle speciali: una Down, l’altra no. I medici non sapevano ed anche oggi non sanno come sarà la vita per Viola, gli interrogativi sono tanti, anche perchè ogni individuo sviluppa questa sindrome in modo diverso ma è risaputo che, se l’ambiente circostante e gli stimoli forniti sono tanti, è possibile sviluppare tutte le potenzialità, tanto che ci sono persone affette dalla sindrome di Down, che riescono ad essere anche molto autonome!

foto-viola-nigella-sorelle-gemelleEbbene, nel caso di Viola, Nigella è la sua carta vincente, perchè proprio dalla sorella, la piccola impara a fare per imitazione tutto (secondo la propensione dei bimbi down) ed è riuscita a fare passi da giganti ed a raggiungere tutti i traguardi della sua età ma non solo, perchè la stessa Nigella la aiuta e ad esempio, le insegna a parlare bene, correggendola ed aiutandola con il linguaggio dei segni Makaton.

Viola segue comunque lezioni con specialisti logopedisti e terapisti, grazie alle quali ha fatto progressi da gigante ma ciò che impara con Nigella non ha per così dire seduta e prezzo, perchè Nigella è con lei anche a scuola, ove se qualche bambino vuole prenderla in giro la difende e la rassicura, perchè anche lei da tutta questa “storia” ha imparato indubbiamente tanto, come spiega mamma Agata:

“Nigella è una bambina davvero speciale e penso che crescere con Viola l’abbia resa più tollerante, paziente, responsabile dei bambini della sua età. Viola è sempre in attività, divertente, simpatica, anche un po’ sfacciata a volte.” ed ha sottolineato “Siamo orgogliosi e felici di entrambe le nostre figlie.”

.

di Mamma Melcotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.