Weekend a Venezia con i bambini

Lug 18, 13 Weekend a Venezia con i bambini

Venezia è una città magica, romantica e unica al mondo. Chi pensa che non sia adatta ai bambini si dovrà ricredere, in quanto anche loro sapranno apprezzarla: una città senza automobili, da visitare a piedi, o via vaporetto e gondola.

Ci sono almeno dieci luoghi da non perdere per chi va in gita con i bambini a Venezia. Intanto, è bene precisare che Venezia è praticamente un museo a cielo aperto: ogni angolo, calle, piazza e campo è da immortalare con la macchina fotografica. Può capitare di trovare dei bambini che giocano, quindi, perché non lasciare che i propri figli facciano amicizia con i bambini del posto? I posti migliori sono il Parco Savorgnan, i giardini di Sant’Elena, i Giardini della Biennale e i Giardini Reali (zona Piazza San Marco).

foto-veneziaAnche se la fila è lunga, meritano una visita la Basilica di San Marco e il suo Campanile. E’ proprio salendo sopra quest’ultimo che si potrà godere di una vista spettacolare su tutta la città.

Se c’è la possibilità, non bisogna perdere l’occasione di utilizzare il mezzo di trasporto tipico veneziano, cioè la gondola: fungono un po’ da taxi e permetterà di muoversi più agevolmente attraverso i canali veneziani. E’ meritevole di una visita il museo di arte moderna Peggy Guggenheim, nel Palazzo Venier dei Leoni: una occasione unica, per gli adulti, di visitare una collezione sostanziosa di tutte le avanguardie del XX secolo, mentre per i bambini sarà divertente soffermarsi davanti ai quadri di Picasso o degli artisti futuristi!

Merita una visita anche il Palazzo del Doge, un tempo simbolo della ricchezza e della potenza della Serenissima. Si possono vedere le sue stanze segrete, le prigioni e il Ponte dei Sospiri, cogliendo l’occasione di raccontare la storia di Casanova.

foto-venezia-Altre alternative: visitare il Museo di Storia Naturale,  facendo scoprire ai bambini i segreti della natura, oppure andare a vedere il Museo Storico Navale, in prossimità dell’Antico Arsenale, o ancora, prendere il vaporetto e visitare le isole della Laguna: Murano, famosa per la lavorazione del vetro, Burano, con le sue case coloratissime, Torcello, l’isoletta con 15 abitanti e ricca di resti archeologici, ed infine la meno famosa, Sant’Erasmo, dove i veneziani tengono i loro orti.

Infine, una iniziativa molto simpatica: si può partecipare al “Girotondo tra le Chiese”, una iniziativa pensata per i bimbi  … in pratica, si è creato un collegamento tra le chiese veneziane, il loro interno, il loro esterno e alcuni luoghi vicini, per farle conoscere anche ai più piccoli. Per ulteriori informazioni, basterà visitare il sito “chorusvenezia.org”.

.

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.