Weekend e gite fuori porta: come viaggiare sicuri

Set 18, 14 Weekend e gite fuori porta: come viaggiare sicuri

In questo settembre date le temperature estive, è ancora tempo di vacanze, gite fuori porta e weekend di code interminabili ai caselli autostradali. Purtroppo gli incidenti stradali sono ancora all’ordine del giorno e visto che ci spostiamo sempre maggiormente con l’automobile, non è mai inutile ripetere alcune indicazioni per viaggiare sicuri sia in gravidanza che con i bimbi.
Innanzitutto sfatiamo il mito della pericolosità delle cinture di sicurezza in gravidanza: non sono assolutamente dannose per il pancione, anzi evitano le spiacevoli conseguenze di un incidente sia per la futura mamma che per il bambino. Le cinture devono essere sempre usate, sia nei sedili anteriori che posteriori, per tutta la durata della gestazione, seguendo alcune semplici regole per posizionarle al meglio, soprattutto nelle ultime settimane:

  • foto-seggiolino-gruppo-0utilizzare una cintura di sicurezza a tre punti;
  • non porre la cintura sopra l’addome, ma tenere il nastro orizzontale il più possibile sotto il pancione tenendolo steso sopra le cosce;
  • passare il nastro diagonale al di sopra del pancione facendolo scorrere tra i seni.

L’acquisto e il posizionamento del seggiolino auto per il nuovo arrivato sono sempre piuttosto problematici: quale modello? Sedile anteriore o posteriore? Al centro o di lato? Fronte strada o retro? Il sistema di ritenuta è però necessario: l’utilizzo corretto del seggiolino diminuisce considerevolmente il rischio di gravi infortuni in caso di incidente stradale, la prima causa di morte dei bambini sotto i 4 anni di età. In generale è infatti consigliato utilizzare un sistema di ritenuta, adeguato a peso e altezza del bambino, fino a quando il piccolo non raggiunge il metro e mezzo di altezza e i 36 kilogrammi di peso. In seguito il ragazzino potrà usare le normali cinture di sicurezza, viaggiando sul sedile posteriore fino ai 13 anni.
La scelta del modello di seggiolino dipende del peso del bambino, così come il suo posizionamento: il bambino non può essere girato nel senso di marcia fino a quando non raggiunge almeno i 9 kg, anche se è consigliato aspettare i 13 kg.
Per i neonati si possono utilizzare due tipi di dispositivi:

  • gruppo 0 (fino a 10 kg): culle imbottite dotate di apposite cinture di sicurezza da agganciate al sedile posteriore, queste permettono che il neonato viaggi disteso, quindi sono più comode per i primi mesi e per viaggi lunghi;
  • gruppo 0+ (fino a 13 kg): i famosi ovetti, ovvero sdraiette imbottite dotate di bretelle contenitive da agganciare al sedile usando le normali cinture di sicurezza a 3 punti. Questi vanno posizionati sempre nel senso contrario di marcia (anche dopo i 9 kg), preferibilmente sul sedile posteriore. È possibile comunque metterlo anche sul sedile anteriore, ma soltanto in assenza di airbag.

foto seggiolino auto bimbo nannaSolitamente i genitori aspettano in grazia il superamento dello scoglio dei 9 kg per poter usare i classici seggiolini e girare il bambino nel senso di marcia, in questo modo è più controllabile e il viaggio diventa più piacevole, anche per lui. Queste sedute vanno usate solo sui sedili posteriori, meglio se al centro, ancorate con le cinture di sicurezza o usando il sistema ISOFIX. Anche qui i seggiolini vengono scelti a seconda del peso:

  • gruppo 1 (fino a 18 kg): seggiolini imbottiti con cinture;
  • gruppo 2 (dai 15 ai 25 kg): cuscino rigido con schienale e braccioli;
  • gruppo 3 (dai 22 kg): seduta rialzata da utilizzare insieme alle normali cinture di sicurezza.

.

Dr.ssa Maria Chiara Giusteri


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *