A Vercelli: si puo’ partorire con il sorriso

Ott 12, 13 A Vercelli: si puo’ partorire con il sorriso

A Vercelli: si puo’ partorire con il sorriso. “Partorire con il sorriso”: è questo lo slogan dell’evento organizzato dalla S.C. di Ostetricia e Ginecologia del Sant’Andrea di Vercelli, che si svolgerà il prossimo 24 ottobre presso la Sala Pastore della Camera di Commercio di Vercelli, con il Patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Vercelli, del Comune di Vercelli, della Camera di Commercio, dell’Ordine dei Medici, del Collegio delle Ostetriche Nazionale e locale e delle Associazioni AGOI e SIGO.

L’evento non è solo un corso di aggiornamento sull’utilizzo della miscela di protossido d’azoto ed ossigeno per l’analgesia in travaglio di parto ma anche come momento di riflessione e sensibilizzazione. Il tema del dolore durante il travaglio e il parto, infatti, è sempre più attuale.

foto-dolori-partoLa letteratura scientifica supporta che il protossido di azoto sia disponibile nei punti nascita dal momento che è in grado di ridurre il dolore durante il parto.

In Italia esistono raccomandazioni alla riduzione dei costi sanitari da una parte e una legislazione che ribadisce il diritto della partoriente al controllo del dolore in sala parto.

Quello che la quasi mamma deve fare in pratica, è respirare 30 secondi prima della contrazione, in una mascherina a cui è collegata una bomboletta di protossido di azoto, altrimenti detto “gas esilarante.”

È un gas incolore, e se inalato dà effetti euforizzanti, anestetici ed analgesici. Distendendo i nervi, la paziente mantiene comunque il controllo del proprio corpo, ma la scala del dolore è nettamente ridotta, da un 40 fino all’80%, a seconda dei casi.

foto-parto-col-sorrisoA Vercelli: si puo’ partorire con il sorriso. L’ASL di Vercelli, in entrambe le Strutture di Ostetricia di Vercelli e Borgosesia, è stata la prima in Piemonte, ed una delle poche in Italia, ad utilizzare il protossido in sala parto con ottimi risultati e con pieno soddisfacimento delle gestanti.

L’intervento all’evento di autorevoli ed esperti professionisti, anche di livello internazionale, rappresenta un elemento di particolare interesse e una fonte di diffusione e promozione di questo metodo, si spera, a livello nazionale.

.

di Elisabetta Coni

 

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.