Aborto selettivo: i medici negano responsabilita’

Set 17, 13 Aborto selettivo: i medici negano responsabilita’

Aborto selettivo: i medici negano responsabilita’. Nel Regno Unito è praticata da alcuni medici, nonostante sia una pratica illegale. E’ tornata agli onori della cronaca per due vicende a Birmingham e a Manchester. Una giornalista del Daily Mail ha documentato il tutto, mentre i medici accettavano di praticare gli aborti selettivi, sotto pagamento. Aborti selettivi in base al sesso, nel senso che se una mamma ed una coppia è insoddisfatta che sia femmina o maschio, può “ovviare al problema” eliminandolo, come se fosse una verruca cresciuta nel piede.

La cosa sconcertante è quella che i due medici, anche se hanno infranto la legge, non possono essere perseguiti dalla legge. Il motivo? Il procuratore della Corona ha stabilito infatti che mandare in prigione i due medici non sarebbe “nell’interesse comune”.

foto-aborto-selettivo.Ovviamente, questa decisione ha scatenato un vespaio di polemiche, soprattutto perché sono presenti dei video dove si evince chiaramente che i due medici avevano deciso di contrattare con le pazienti. Anche le stesse istituzioni britanniche chiedono più chiarezza, come per esempio il Ministro della Sanità Jeremy Hunt, anche perché, anche a livello personale, trova ripugnante la pratica degli aborti selettivi motivati solo dal sesso del feto.

Purtroppo, nonostante le autorità britanniche cerchino di debellare questo fenomeno, sembra che questi aborti selettivi, sono sempre più praticati! Sembra inoltre che sono i gruppi etnici ad avvalersi di questi servizi, più che altro per una motivazione culturale: una figlia femmina, in alcune culture, è un disonore, mentre un figlio maschio equivale al prestigio.

Nel Regno Unito sembra inoltre addirittura, alcuni medici si rifiutano di rivelare il sesso del bambino per paura di questa pratica. Le aree più colpite sono quelle con un forte livello di immigrazione, soprattutto tra le comunità cinesi, pakistane e  indiane.

foto-figlioAborto selettivo: i medici negano responsabilita’. Secondo l’organo giudiziario britannico, il CPS – Crown Prosecution Service – i due medici incriminati per i fatti di Birmingham e Manchester, saranno giudicati solamente da un concilio medico. Inutile dire che non ha gli stessi poteri di un organo giudiziario, ma saranno chiamati perlomeno ad assegnare sanzioni o meno, in base solamente all’etica professionale.

 A voi i commenti …

.

di Elisabetta Coni

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.