Bimba tolta per sempre ai “genitori-nonni” di Mirabello

Nov 09, 13 Bimba tolta per sempre ai “genitori-nonni” di Mirabello

Bimba tolta per sempre ai “genitori-nonni” di Mirabello. Confermata la sentenza delle due precedenti sentenze dalla Corte di Cassazione, stabilendo che la piccola Viola di ormai quasi tre anni, non potrà tornare dalla sua famiglia naturale, dalla sua mamma e dal suo papà. Adesso Viola, sarà data in adozione!

Tolta per sempre quindi la figlia ai “genitori-nonni” di Mirabello nell’Alessandrino, lei, mamma Gabriella Carsano, bibliotecaria e lui, papà Luigi Deambrois, pubblicista, considerati troppo anziani per prendersi cura come si conviene della loro bambina nata tre anni fa grazie alle tecniche della fecondazione assistita.

foto-genitori-nonni-mirabelloLa piccola Viola non tornerà infatti più da mamma e papà, in quanto anche i giudici della Corte di Cassazione, li hanno considerati non adeguati ad assolvere ai compiti genitoriali, confermando le sentenze dei due precedenti giudizi.

Ma facciamo un passo indietro … Viola era stata tolta ai suoi genitori naturali a sole poche settimane di vita, dopo che era arrivata a casa, a Mirabello Monferrato, in seguito alla segnalazione da parte di un vicino, che aveva provveduto a chiamare i carabinieri in quanto la bambina era rimasta un attimo da sola in auto sul seggiolone, mentre il papà scaricava le borse della spesa: da allora per Gabriella Carsano e Luigi Deambrois è iniziato un vero e proprio calvario!

Bimba tolta per sempre ai “genitori-nonni” di Mirabello. Da allora, da quel primo provvedimento è iniziato infatti un calvario di ben tre anni di battaglie, che non sono però servite a restituire loro la loro bambina, che ora verrà definitivamente data in adozione ad un’altra famiglia, nello specifico alla famiglia affidataria.

foto-mamma-nonna-mirabelloGli esperti nominati dalla Corte dopo aver infatti constatato quanto ai “genitori-nonni” naturali che “la limitazione delle loro capacità è evidente e indiscutibile” e che pertanto “non è assolutamente pensabile che la bambina venga affidata nuovamente ai genitori naturali, pur con tutti i possibili aiuti che per altro non sono assolutamente facili da individuare e realizzare” mentre hanno valutato che “una nuova separazione dai genitori affidatari provocherebbe danni irreversibili alla minore”.

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.