Chi sono le Tagesmutter?

Giu 28, 13 Chi sono le Tagesmutter?

Con il mondo del lavoro in mobilità costante e ritmi di vita sempre più frenetici, si rinnovano anche le figure professionali e si inventano anche nuovi mestieri, che in realtà sono delle rivisitazioni di antiche arti dimenticate …

Uno di questi viene dall’estero, e si chiama Tagesmutter. I termine proviene dal tedesco ed è una parola composta che sta a significaremamma di giorno”. E’ un mestiere nato nei paesi germanici e si sta diffondendo anche in Italia recentemente, partendo dalla provincia autonoma di Trento. E’ una figura professionale femminile, che ha il compito di prendersi cura di più bambini presso il proprio domicilio. E’ considerata quindi una baby sitter multipla. Se questo fenomeno si diffondesse radicalmente in tutto il Belpaese, risolverebbe il problema della carenza di posti negli asili comunali.

foto-tagsmutter.Intanto, approfondiamo al meglio la figura della Tagesmutter.

Si tratta di una sorta di scuola di miniatura, che offre ai bambini un distacco più graduale dalla famiglia e una maggiore flessibilità del servizio, in quanto si adatta agli orari specifici di ciascun genitore.

Ovviamente, non ci si può improvvisare Tagesmutter. Sono operatrici professionali e formate, che forniscono ai bambini educazione e cura; una Tagesmutter può prendersi cura minimo di un bambino fino a un massimo di cinque o sei, in ambienti idonei allo scopo e molto ospitali. I bambini vengono affidati a loro in maniera stabile, sulla base di un vero e proprio piano educativo da seguire

C’è da dire che in Italia solo alcune Regioni hanno aderito al progetto, ma con esiti diversi: a causa di sperimentazioni improvvisate, mancanza di fondi e di regolamentazione, la maggior parte delle attività vengono sfavorite, ma alla base di tutto c’è un grosso problema culturale.

foto-lettiniInfatti, nonostante il nostro Paese abbia un forte numero di mamme lavoratrici a cui farebbe comodo un servizio così valido, efficiente e flessibile, sono in poche quelle che lascerebbero i propri figli a una sconosciuta, seppur pluriqualificata. E’ anche vero che servirebbero delle leggi apposite per identificare le Tagesmutter come figure professionali abilitate e riconosciute, in grado di fornire un servizio efficiente ma in collegamento con un ente gestore, in modo che la possibilità di lavoro nero sia azzerata.

 .

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.