Leggere assicura una crescita sana e felice

Giu 23, 13 Leggere assicura una crescita sana e felice

Una delle domande più frequenti che si fanno i genitori di oggi è “Come crescere bambini felici?”.

Una gran bella domanda per rispondere alla quale, di seguito riporto oggi, le riflessioni di Roberto Denti, un famosissimo scrittore di libri per bambini, ma anche proprietario della prima Libreria per Ragazzi, aperta nella bellissima città della Madonnina, a Milano, 40 anni fa, con la moglie Gianna Vitali.

Il piacere di leggere è una abitudine che va data in famiglia, questo lo sappiamo noi come lo sa anche il grande Roberto Denti, che dichiara senza mezzi termini “… l’80 per cento delle famiglie non ha libri in casa” e prosegue “Non c’è più l’abitudine alla lettura. Io sento spesso dire ‘Andiamo a mangiare la pizza’ cosa significa? Noi tutti parliamo la lingua che ascoltiamo a casa, non abbiamo di certo nelle orecchie il finlandese o il cinese, no? foto-bimbo-legge...Impariamo tutto a casa, anche a camminare ci viene insegnato. Il libro non fa parte della vita familiare – la pizza invece sì. Non solo, ma alle elementari e alle medie viene trasformato in una materia didattica”.

Roberto Denti fa notare quindi, che anche quando si recita una filastrocca, quello che conta davvero è proprio il ritmo. Già da piccoli i bambini sono sensibili al ritmo e apprezzano le filastrocche, o le canzoncine, o anche le poesie recitate o lette dalla mamma. Questa è una pratica che per quanto possa sembra banale, è invece estremamente importante, che assicura una crescita più sana e felice da un punto di vista relazionale, emotivo, cognitivo e linguistico.

foto-bimbo-legge.Pertanto il bambino, deve essere messo nelle condizioni di poter diventare quello che vuole, stimolandolo sempre di più. E questo stimolo, deve essere responsabilità della famiglia, della mamma e del papà e di nessun altro.
La lettura dovrebbe essere una pratica quotidiana della vita di ogni bambino, è un indispensabile tassello per lo sviluppo sereno e felice, come anche tanti altri aspetti. Alla fine non importa cosa leggono, ma che leggano e basta! Il bambino, per la sua crescita, ha diritto a tutte queste opportunità. Il libro è certamente una di queste grandi opportunità, non una reliquia.

.

di Mena


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.