MaterniT21 Plus: l’esame che potrà sostituire l’amniocentesi

Gen 20, 14 MaterniT21 Plus: l’esame che potrà sostituire l’amniocentesi

MaterniT21 Plus: l’esame che potrà sostituire l’amniocentesi. Molte mamme in attesa sanno come la gravidanza sia costellata di una serie infinita di controlli ed analisi atti a tenere sotto controllo la salute sia della mamma che del nascituro.

Le analisi che spaventano di più la donne in attesa sono la villocentesi e l’amniocentesi. Ancora oggi questi due strumenti diagnostici sono considerati gli unici in grado di ottenere informazioni riguardo all’apparato cromosomico e genetico del feto. Essi si effettuano tra la 12esima e la 16esima settimana di gestazione e sono considerati abbastanza rischiosi in quanto, nel peggiore dei casi, possono portare ad un aborto spontaneo.

foto-MaterniT21-PlusLa domanda che, a questo punto, molte donne si fanno è se esiste un esame più semplice da cui si possano ottenere le stesse importanti informazioni sulle anomalie cromosomiche del nascituro? Ebbene esiste ed è un semplice prelievo di sangue il cui nome è  MaterniT21 Plus. Come mai tale strumento diagnostico è ancora poco conosciuto? Essenzialmente perché è al momento praticabile solamente in ambito privato ad un prezzo abbastanza elevato. Si parla di circa 1200 euro.

MaterniT21 Plus: l’esame che potrà sostituire l’amniocentesi. Ma, nonostante questo, si presenta come un esame esaustivo per poter conoscere possibili alterazioni cromosomiche nel nascituro quali trisomie cromosomiche 16 e 22, la sindrome di George, Cri-du-chat (delezione 5p), Sindrome Prader-Willi, Sindrome Angelman e Sindrome da delezione 1p36.

foto-provetteTramite un semplice prelievo del sangue è possibile ricavare dalla mamma il DNA fetale ed è affidabile al 99,1% per la Sindrome di Down, al 99.9% per la Sindrome di Edwards e al 91.7% per la trisomia 13. Ovviamente il MaterniT21 Plus elimina il rischio di aborto ed è praticabile anche in casi di gravidanze gemellari e in caso di gravidanze indotte tramite fecondazione assistita.  Si effettua intorno alla decina settimana di gravidanza ed i risultabili sono consultabili dopo circa 3 settimane.

Al momento l’unico centro italiano in cui tale esame si può effettuare è il CDI, il centro diagnostico italiano che si trova a Milano.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.