MomMilk: il latte materno in bottiglia per i bimbi prematuri

Ott 16, 13 MomMilk: il latte materno in bottiglia per i bimbi prematuri

MomMilk: il latte materno in bottiglia per i bimbi prematuri. Importanti novità da Mommilk, l’azienda italiana profit for benefit che si occupa di raccogliere il latte materno donato dalle mamme, con l’intento di rifornire dal prossimo fine anno gli ospedali!

Si si avete capito bene perchè Mommikl dopo aver raccolto il latte donato dalle mamme, si occupa di pastorizzarlo, imbottigliarlo, etichettarlo e distribuirlo nei reparti di neonatologia, onde metterlo a disposizione dei bebè prematuri.

Un bellissimo ed importante progetto che per il momento riguarderà la clinica Mangiagalli di Milano, il San Gerardo di Monza e l’ospedale Del Ponte di Varese ma che indubbiamente, grazie all’appoggio della Società italiana di neonatologia ed all’appoggio con Aiblud, l’Associazione italiana banche del latte umano donato, si estenderà lungo tutto il territorio nazionale e quello europeo.

foto-mommilkUn progetto che ovviamente non intende essere commerciale, in quanto Mommilk non intende vendere il latte donato, che è di proprietà degli ospedali, ma offre un servizio high tech, che consiste nel pastorizzarlo ed imbottigliarlo, per restituirlo infine agli stessi ospedali.

Già oggi infatti ovviamente negli ospedali si effettua la pastorizzazione del latte, per garantire la sicurezza dell’alimenta ma la tecnologia in auge non è molto recente e la pastorizzazione avviene a 65 gradi per una durata di 30 minuti, mentre i nuovi macchinari Mommilk di ultima generazione, effettuano l’operazione a 72 gradi ed in soli 15 secondi, preservando così più componenti nutrizionali del latte materno, grazie ad una cottura minore che preserva i componenti termosensibili.

Un “particolare” per così, in grado di fare una grande differenza per un neonato prematuro, nato tra la 28esima e la 32esima settimana di gravidanza, in genere con un peso inferiore al chilogrammo, chilo e mezzo, per il quale il latte materno rappresenta un vero e proprio farmaco salvavita, come spiega l’amministratore delegato Andrea Verme, che ha sottolineato:

foto-latte-materno-bottiglia“Il latte che ci viene mandato per essere pastorizzato noi lo restituiamo in lotti con etichette in cui viene precisato il contenuto di grassi, proteine, lattosio, carboidrati, e il valore nutrizionale espresso in kilocalorie”.

Attualmente lo stabilimento è in grado di fornire circa 50 litri di latte pastorizzato al giorno, una quantità importante, che quanto al costo del servizio, fa sapere Andrea Verme:

“il costo di trasformazione del latte oggi si aggira intorno ai 70 € al litro. Da un lato stiamo lavorando per ridurlo, dall’altro l’obiettivo di Mommilk è di fornire il latte a costo zero agli ospedali facendoli ‘adottare’ da sponsor privati o Fondazioni. Qualcuno ha già risposto alla chiamata. Per esempio, un’azienda farmaceutica che produce e fornisce gratuitamente agli ospedali un latte formula dedicato ai prematuri ha deciso di interrompere questa produzione e di sponsorizzare noi che lavoriamo direttamente sul latte naturale”.

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.