Papa Francesco incontra Bea, la bimba di pietra

Ago 29, 13 Papa Francesco incontra Bea, la bimba di pietra

Agosto ormai stà giungendo al termine e si stà per aprire il nuovo mese di settembre: un nuovo mese tutto da “scrivere” nel quale per la piccola Bea, labimba di pietra”, affetta alle articolazioni da una malattia ancora sconosciuta dalla nascita, sono già segnati due importantissimi appuntamenti.

Ebbene si perchè Bea, incontrerà il prossimo 4 settembre Papa Francesco, grazie all’intervento di Alessandro Maiorano, che parlò a Benedetto XVI della piccola Bea: la comunicazione ufficiale è da poco arrivata a mamma Stefania ed a papà Alessandro, che hanno confessato “Per noi sarà una grande emozione” ed hanno aggiunto “il nostro pensiero sarà quello di portare al Santo Padre non solo le difficoltà di nostra figlia, ma di tutti i bambini malati».

foto-papa-francescoUn caso quello di Bea, che ha visto i suoi genitori dover iniziare a fare i conti con la malattia, poco dopo la nascita della figlia, come spiega mamma Stefania “Aveva solo due mesi e ci siamo accorti che non muoveva bene le manine e non riusciva a piegare le ginocchia“: artogriposi, unico caso conosciuto, questa fu la diagnosi!

A nulla putroppo valse però la fisioterapia, per impedire l’irrigidimento delle articolazioni; in poco tempo la struttura ossea di Bea, iniziò a calcificarsi fino ad impedirle qualsiasi movimento, tanto che fa sapere la mammaVive come una piccola statua di marmo”.

L’unico sollievo della piccola Bea infatti aggiunge la mamma “lo trova nella idrochinesiterapia ovvero l’acqua favorisce l’esecuzione di esercizi di mobilitazione.” e spiega “Bea viene immersa in una vasca di acqua calda a 30 gradi, la sensazione di calore permette di ammorbidire un po’ l’articolazione per consentire quel poco di movimento volontario”.

La dolce piccola Bea avrebbe bisogno di essere sottoposta a visite all’estero, onde consultare specialisti di fama mondiale e valutare se esiste una possibile cura per lei … una cura che le darebbe un futuro diverso … per questo è partita una grande catena di solidarietà che vedrà il prossimo 21 settembre allo stadio Don Mosso di Venaria giocarsi il primo “Derby dell’Amicizia” per Gli Amici del Mondo di Bea, ove scenderanno in campo la Nazionale Italiana dell’Amicizia e la Nazionale Italiana di Amici, la famosa trasmissione di Canale 5, con al timone Maria De Filippi.

foto-amiciUna partita al termine della quale, i ragazzi di Amici, faranno il “Varietà Amici per sempre”, uno spettacolo interattivo che coinvolgerà il pubblico, ripreso dalle telecamere di Canale 5.

Un evento unico, nel corso del quale verrà battezzata ufficialmente l’associazioneGli Amici del mondo di Bea”, questa dolcissima bimba che come dice emozionata la mamma “nonostante sia costretta a crescere nella prigione che è la sua malattia”, aggiunge “Come tutti i bambini vive di pensieri, emozioni e desideri” e conclude “chiede se da grande camminerà …”.

.

di Mamma Melacotta


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.