Papà: l’80% soffre della Sindrome di Calimero

Mar 31, 14 Papà: l’80% soffre della Sindrome di Calimero

Papà: l’80% soffre della Sindrome di Calimero. Tra la mamma ed il neonato si crea un rapporto esclusivo, per molti aspetti simbiotico.

Il neonato percepisce ogni cosa della mamma, il nervosismo, la preoccupazione, la stanchezza, l’amore e ciò è assolutamente normale, perchè per ben nove mesi è stato cullato nel suo dolce ventre e sono stati una cosa sola; tanto che dopo la nascita, specie nei primi tempi il nascituro si sente protetto e sicuro solo tra le sue braccia!

Per nove mesi la mamma ed il bambino sono stati una cosa sola ed ora, dopo la nascita è ovvio che ci vuole un po’ affinchè il bambino non solo si renda conto che esistono altre persone e soprattutto, che si abitui a loro.

foto-bimbo-papà..Una condizione che purtroppo riguarda anche i papà, benchè di questi il neonato ha sentito non solo la voce ma indubbiamente anche la presenza per tutti i nove mesi della gravidanza; una condizione che bisogna dire non essere facile da accettare per i papà, che spesso si ritrovano ad essere al fianco di una compagna totalmente assorbita dal suo nuovo ruolo di mamma, che devono in un certo senso “scavalcare” per poter arrivare al proprio bambino.

Va detto comunque che col tempo il rapporto simbiotico tra mamma e bambino si apre anche al papà, che avrà modo di inserirsi perfettamente tra i due, sviluppando un proprio rapporto unico e speciale col bambino, ma spesso quest’attesa è vissuta dai papà in modo non solo difficile ma anche frustrante.

Come rivela infatti un’indagine dell’agenzia “Found! Mood Communication Strategy, Public & Digital Relations”, l’80% dei papà soffre di sindrome di Calimero, cioè si sentono esclusi e nello specifico come spiega Michele Cucchi, psichiatra e Direttore sanitario del Centro medico Santagostino di Milano:

“Essere papà oggi è difficile più che mai soprattutto nel trovare il modo di conciliare il lavoro con la famiglia. E’ un’alchimia, e spesso ne risente il proprio equilibrio interiore. Per loro è possibile parlare di ‘sindrome da Calimero.”

foto-papàInsomma essere papà oggi non è facile anche perché, se da un canto risentono per la mancanza di attenzioni dall’altra sono additati come distratti, assenti e inconsapevoli delle priorità, come rivelano anche le seguenti percentuali:

  • il 26 percento si sente escluso dal rapporto;
  • il 33 sostiene di aver problemi a interagire con i figli;
  • il 33 percento invece non è a suo agio in questo ruolo di padre moderno.

Cosa certa è che né per fare il papà e né per fare la mamma esiste un manuale, quanto meno sicuro ed infallibile ma nel bene e nel male, solo il tempo, la pratica e l’amore potranno dare le risposte giuste!

.

di Tata M. Eliana


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.