Partorisce in casa in piedi e gira video

Giu 03, 13 Partorisce in casa in  piedi e gira video

Ogni donna pianifica, o cerca di immaginare, il momento del parto al meglio. Normalmente, l’immaginario collettivo è quello che, al momento della rottura delle acque, vede la donna con già la valigia in mano … calma, mentre il marito corre da tutte le parti, come un pollo senza testa e … ritrovata un minimo di calma, porta la compagna … a tutta birra in ospedale! E la realtà vede infatti la partoriente assistita ottimamente in ospedale, oppure, nei casi più estremi, cioè quando il travaglio è già in fase avanzata e non la si può spostare, ci si prepara per il parto nella zona dove ci si trova.

Ma è bene sapere che come in tutto, c’è sempre l’eccezione che conferma la regola … ed infatti esistono mamme coraggiose, le quali vogliono provare dei nuovi tipi di parto, come quello in acqua, per esempio, oppure ritornando alle origini, mamme cioè che vogliono partorire in casa, da sole, come si faceva una volta. In realtà, bisogna però dire che le bisnonne e le nonne, non erano propriamente da sole, in quanto era presente almeno una donna della famiglia e l’ostetrica del paese (che poteva essere una infermiera o una semplice donna di casa con esperienza di nascite).

foto-parto-casa-in-piediE senza alcun dubbio, la protagonista di un video che sta spopolando su Youtube per quanto riguarda il parto, è una donna coraggiosissima ma anche un pò troppo audace ….

Ormai giunta al termine della gravidanza, in un primo momento la si vede camminare su e giù per la stanza, vestita. Passa un po’ di tempo e la si vede senza pantaloni, perché le si sono rotte le acque, e si prepara a partorire. La cosa che più colpisce, oltre che è praticamente da sola  – il marito sta girando il video e tiene la videocamera e una bambina si vede per pochi istanti ma corre subito via – e resta in posizione eretta, e … partorisce praticamente cos!

La pratica del parto in posizione eretta, secondo gli antropologi, è ereditata dalle donne delle caverne, in quanto si sfrutta la forza di gravità, aiutando e velocizzando (seppur di poco) il parto, oltre a diminuirne il dolore. Ovviamente, la pratica ha scatenato pareri contrastanti. Chi la approva, apprezza la facilità di questa azione, in quanto basta avere solo un appiglio dove aggrapparsi, se i dolori sono talmente forti da rendere difficile lo stare in piedi. Chi è contro, sostiene che sia una pratica, appunto, primitiva, e che l’essere umano si è evoluto, trovando altri metodi molto più sicuri.

Ma analizziamo i fatti: vedendo il video per intero, si vedono alla fine i tre figli. Probabilmente, la mamma protagonista della vicenda, avendo già esperienza, era consapevole di quello che stava facendo – noi quanto meno lo speriamo -. Sono immagini non adatte alle persone impressionabili,  alcune forse anche troppo forti. Una di queste è senza dubbio quando, dopo la testa, si vede uscire il corpo del bambino e per un nanosecondo, sembrava che il cordone ombelicale lo stesse strozzando.

foto-neonatoLa verità sta in mezzo, in quanto, chi è intenzionata a praticare questo tipo di procedura, è bene che ne parli con il proprio dottore, anche se in Italia al momento, tale tecnica non è praticata neanche in ospedale. Le donne che vogliono partorire a casa sono sempre più in aumento in Italia, ma è quanto meno doveroso che ci sia almeno una ostetrica esperta a fare da supporto e un medico a seguire il parto, onde evitare l’insorgere di complicazioni gravi sia per la madre ma anche per il bambino, che una volta nato deve essere sottoposto a tutti gli accertamenti del caso.

E magari, un giorno chissà … la procedura delle donne delle caverne sarà considerata una procedura standard nelle cliniche e negli ospedali!

Per chi vuole vedere il video del parto, che ricordiamo contenere immagini forti, cliccare QUI!

.

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA *