Pediatri in treno con Frecciabimbo

Lug 02, 13 Pediatri in treno con Frecciabimbo

A tutti i genitori prima o poi capita di dover affrontare situazioni spiacevoli, quali morsi di animali, punture di insetti o incidenti domestici. Il panico, il terrore e l’inesperienza impediscono di ragionare: non si sa come procedere e intervenire in maniera adeguata ed efficace sembra quasi impossibile. Ecco perché un team di medici, volontari dellaFederazione Italiana Medici Pediatri”, sarà coinvolto in un progetto che si terrà sui treni Freccia Rossa per due settimane fino al 7 luglio, a b ordo dei quali l’equipe offrirà sostegno e consulenze in maniera totalmente gratuita per fronteggiare i pericoli più comuni, facendo anche delle dimostrazioni pratiche , distribuendo appositi kit pensati per le diverse emergenze e corredati da proiezioni di filmati di supporto.

foto-frecciarossa.Lo scopo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare i genitori nei confronti della sicurezza e dell’igiene dei propri figli. Ma i bambini non saranno messi in un angolo: anche loro potranno partecipare alle diverse iniziative e potranno ricevere degli appositi omaggi firmati Disney.

L’iniziativa si chiama Frecciabimbo ed è promossa da Trenitalia e patrocinata dal Ministero della Salute in collaborazione con la FIMP e durerà fino al 7 luglio 2013.

foto-pediatraTra le varie situazioni di emergenza, ne sono prese in considerazione alcune in particolare, come il soffocamento dei bambini: grazie a uno speciale manichino, gli esperti mostreranno le manovre salvavita da effettuare sul piccolo quando è in pericolo.

I casi di soffocamento son purtroppo molto comuni, in quanto i bambini, specialmente se piccoli, tendono a portare alla bocca gli oggetti più disparati. il pericolo è quello che, per sbaglio, ingoi un oggetto e che si fermi in modo da ostruire le vie respiratorie: se si sono acquisite le giuste manovre per poterle liberare, ci sono elevate probabilità che il bambino si salvi.

In più, verranno illustrati i vari mori e le varie punture di insetto, in modo da riconoscerli alla prima occhiata e procedere alla cura (zanzare e altri piccoli insetti) o se è il caso di correre all’ospedale (morso di vipera). Insomma che aspettate mamme e papà: tutti a bordo … che il treno parte!!!

E mi raccomando fateci sapere come è andata …

.

di Elisabetta Coni

 

 


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.