Peperoncino: “Ne basta un pizzico” contro l’autismo

Ott 01, 13 Peperoncino: “Ne basta un pizzico” contro l’autismo

Peperoncino: “Ne basta un pizzico” contro l’autismo. Con il motto “Ne basta un pizzico”, il peperoncino scende in piazza contro l’autismo e i disturbi generalizzati dello sviluppo (DGS).

Di solito, i disturbi generalizzati dello sviluppo si presentano intorno ai due anni di età e – dati alla mano – hanno un’incidenza sulla popolazione del 7 per mille, con una netta prevalenza nei maschietti, che paiono essere colpiti 3-4 volte in più rispetto alle femminucce. I sintomi più evidenti sono la difficoltà a rapportarsi con gli altri e a comunicare in modo adeguato (il linguaggio può essere assente o usato in modo anomalo), i comportamenti ripetitivi ed una tendenza all’isolamento.

foto-peperoncino-cuore.Ed ecco la fatidica domanda che molte mamme e papà – ma non solo – si sono posti: come comportarsi se il proprio figlio è affetto da questi disturbi? La risposta è data dal prossimo 4 al 6 ottobre, in oltre 300 città d’Italia, dai volontari de “Una breccia nel muro” e dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Le due strutture si sono unite per un fine comune: fare una solidarietà ‘piccante’ per sensibilizzare l’interesse sull’autismo e sui relativi disturbi dello sviluppo, oltre che per raccogliere fondi a favore di bambini affetti da questo disturbo, in modo da sviluppare le cure e creare corsi specifici in base alle loro esigenze.

Per l’occasione le piazze d’Italia, i circoli sportivi, le parrocchie e le scuole della Capitale vedranno dei volontari impegnarsi nel dare informazioni sugli interventi realmente efficaci contro l’autismo. Le associazioni unite per l’iniziativa da tempo sono vicine alle famiglie dei bambini autistici, attraverso il progetto “Facciamo Breccia”, rivolto ai soggetti tra i due ed i quattordici anni di età.

foto-ospedale-pediatrico-bambino-gesùPeperoncino: “Ne basta un pizzico” contro l’autismo. Ma a breve, altre due strutture in Piemonte e in Sicilia nasceranno e andranno ad aggiungersi al trittico che già opera sul territorio. Chi volesse sostenerle, può fare una donazione e, a partire da 10 euro, riceverà una pianta di peperoncino con il motto “Ne basta un pizzico“.

L’iniziativa è lodevole, tanto che ha ricevuto l’adesione del Presidente della Repubblica, il patrocinio delle Regioni Lazio e Campania, dei Comuni di Roma e Salerno, il partenariato dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma ed il sostegno di Veneto Banca e dell’Accademia Italiana del peperoncino.

Mi raccomando … “Ne basta un pizzico” …

 .

di Elisabetta Coni


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.