Stipsi, un problema comune da non sottovalutare

Ott 14, 13 Stipsi, un problema comune da non sottovalutare

Stipsi, un problema comune da non sottovalutare. La stipsi (o stitichezza) può essere definita come una ritenzione fecale anormale che si manifesta clinicamente con difficoltà dell’eliminazione delle feci causando disagio o dolore al paziente. La stipsi può esser considerata come un sintomo secondario di una grande varietà di disturbi.

La frequenza con cui i bambini evacuano il loro intestino è molto variabile. In alcuni, la defecazione si verifica una o più volte al giorno, mentre in altri si verifica ogni due o più giorni. In quest’ultimo caso non si può parlare di stitichezza se le feci sono di consistenza normale. Si ritiene che un bambino sia stitico anche quando i suoi movimenti intestinali sono giornalieri ma insufficienti e le feci persistono nel retto. Nei neonati e lattanti alimentati al seno, anche se possono talvolta trascorrere diversi giorni da un’evacuazione all’altra, la deposizione è sempre fluida (ha altre caratteristiche tipiche come il colore simile all’oro giallo con pH acido ed emissione esplosiva).

foto-stipsiI fattori più importanti che riguardano la frequenza di evacuazione sono l’età e la dieta.

Età: la frequenza dei movimenti intestinali varia con l’età, diminuendo progressivamente da una media di 4 sedute al giorno nella prima settimana di vita a una deposizione ogni 24-48 ore nel bambino di età superiore. Diminuendo la frequenza di defecazione, aumenta il tempo del transito intestinale: questo è di circa 8 ore nelle prime settimane di vita e arriva a 26 ore, tra i 3 ei 13 anni di età.

Stipsi, un problema comune da non sottovalutare. Dieta: La frequenza e la consistenza delle feci e il tempo di transito intestinale sono notevolmente influenzate dalla quantità di fibra alimentare. Una dieta con fibre abbondanti produce feci più frequenti, il tempo di transito intestinale più breve (la fibra alimentare influisce anche sula consistenza delle feci). Al contrario, feci dure e secche sono caratteristiche di diete a basso contenuto di fibre. Tipicamente, l’alimentazione al seno dell’infante produce evacuazione fluida, frequente e persino esplosivi per la presenza di un’elevata concentrazione di lattosio nel latte umano.

foto-stipsi-bambino-grandeLa stipsi è molto comune durante l’infanzia, e in base a varie pubblicazioni scientifiche, si può stimare che il 15-30 % dei bambini ne sia affetto. Le visite dei nostri bambini nell’ambulatorio di gastroenterologia sono dovute, per quasi un terzo, al problema di stipsi. In generale, durante i primi 2 anni di vita, la famiglia spesso sopravvaluta il problema e tende a utilizzare i cosiddetti rimedi della nonna per eliminare la stitichezza nei bambini.

Al contrario, nei bambini più grandi però, il fenomeno tende a verificarsi all’incontrario e cioè questa malattia viene particolarmente sottovalutata e si ricorre in maniera minore al medico: una porta aperta alla stipsi cronica!


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.